Juventus-Spal, tutte le quote e i pronostici

23 novembre 2018

Il match Juventus-SPAL di sabato metterà di fronte due squadre dal cammino diametralmente opposto. Logico pensare che i padroni di casa siano favoriti per via del fattore campo e di tanti altri dati statistici

La gara Juventus-SPAL delle ore 18:00 di sabato si presenta come una di quelle sfide che sulla carta non hanno storia. Troppo forti i campioni d’Italia in carica per la compagine ferrarese, che sta denotando problemi in zona gol tali da tenerla ancora pericolosamente troppo vicina alla zona retrocessione. Per i bianconeri poi si presume l’impiego della migliore formazione possibile, infortunati ed acciaccati a parte. Massimiliano Allegri dovrebbe infatti ritrovare Miralem Pjanic in mezzo al campo. Per quanto riguarda l’attacco poi il livornese potrà fare affidamento sui vari Cristiano Ronaldo, Mario Mandzukic e Paulo Dybala. La “Joya” è tornata dagli impegni con l’Argentina (con cui è andato in gol) e si giocherà una maglia da titolare con Juan Cuadrado. Per il resto la Juve conta di avere a disposizione almeno per la panchina anche Bernardeschi, oltre a Douglas Costa. Il potenziale offensivo contro il quale si scontrerà la timida difesa della compagine guidata da mister Leonardo Semplici (19 i gol subiti in 12 giornate di campionato e una delle difese più perforate del torneo) rappresenta da solo il dato sul quale basare quote e pronostici di Juventus-SPAL.

Juventus-Spal, la quota per un successo bianconero è bassissima

Non c’è storia dicevamo, e lo attestano anche i numeri. L’affermazione dei padroni di casa è quotata a 1.15 di media, quota davvero esigua considerato anche il “fattore” Allianz Stadium. La Spal, dal canto suo, ha già fatto molto bene al cospetto di altre corazzate. Non è un caso che l’ultima partita vinta negli ultimi 8 incontri disputati è stato il sorprendente colpo esterno in casa della Roma. Non è da sottovalutare che gli uomini di Leonardo Semplici hanno già fermato la Juventus durante la scorsa stagione. Era il 17 marzo dello scorso anno e il Napoli stava pericolosamente ritornando in corsa per lo scudetto. Le situazioni ora sono cambiate: i bianconeri hanno cambiato marcia, segnando il record di 34 punti in 12 punti e non manca certo la voglia di cancellare l’inatteso passo falso dell’ultimo match di Champions League contro il Manchester United.

Prendendo in considerazione il rendimento delle due squadre, appare molto stimolante puntare su un “classico” Over 2.5. La media totale si attesta in questo caso sull’1.83, ma si potrebbe azzardare anche un successo juventino con gol, quotato a 3.70. Infatti i padroni di casa hanno subito qualche rete a sorpresa nel corso di questi primi tre mesi di Serie A da compagini che non vantano un rendimento positivo in termini di gol segnati. Chievo, Empoli e Parma, nonostante una posizione in classifica non di vertice, sono state capaci di violare la rete di Szczesny. Non è detto che anche la SPAL non possa riuscirci in qualche modo. Un fattore questo alimentato anche dalla fatica che la Juventus ha mostrato in questo campionato al ritorno in campo dopo la sosta delle nazionali. Contro il Sassuolo in casa a settembre era giunto un 2-1 in proprio favore ma dopo aver faticato più del previsto. Il mese dopo poi ecco spiccare l’inatteso sgambetto del Genoa sempre all’Allianz Stadium, con un 1-1 finale capace di sorprendere tutti. Da non sottovalutare la quota per il pareggio, che si attesta attorno al 7.20, mentre l’impresa della Spal vale 18.5 volte l’importo scommesso

Juventus-Spal, le quote per i marcatori

Quando si parla di marcatori è impossibile non citare Cristiano Ronaldo. In vista della sfida contro la Spal, la possibilità di vedere il portoghese nel tabellino dei marcatori è quotata 1.57. Interessante invece la quota per quanto riguarda Bentancur e Alex Sandro, con i bookmakers che hanno fissato la possibilità di un loro gol a 5. Nella Spal allettante la quota di 16 per un gol di Lazzari, mentre Petagna e Antenucci girano più o meno sugli stessi numeri. L’ex Atalanta è quotato a 6, mentre un gol del suo compagno di reparto ha pagato 5 volte la posta.