Roma, la formazione migliore che può schierare Di Francesco

12 novembre 2018

Migliorarsi in serie A e confermarsi in Champions League, questi gli obiettivi della Roma di Di Francesco, che si affiderà alla sua formazione tipo

Nelle ultime stagioni di serie A la Roma è stata protagonista soprattutto di un testa a testa con il Napoli, piuttosto che con la vincente Juventus. L’annata 2017-18 ha visto Di Francesco cedere clamorosamente il passo a Sarri, alle spalle dei bianconeri, con la sua rosa che ha chiaramente dato tutto in Champions League.

Sfiorata la finale di Coppa, la Roma intende ora rimboccarsi le maniche e sfruttare al meglio il ricco calciomercato condotto da Monchi (al netto di alcune partenze dolorose, come quella di Alisson). Un misto di calciatori giovani e d’esperienza per riuscire a tenere testa ai tanti avversari stagionali, dall’Inter dell’ex Spalletti al Napoli di Ancelotti, fino alla Juventus di Cristiano Ronaldo. Per quanto riguarda la Champions League invece, l’urna ha previsto l’accoppiamento con il Real Madrid, per un girone davvero di fuoco.

Tanti big match in programma dunque, con Di Francesco che ha chiara la propria formazione titolare che, al netto di infortuni, turnover e squalifiche, giocherà la maggior parte delle gare previste in stagione:

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, De Rossi; Pastore, Under, El Shaarawy; Dzeko.

Roma, le riserve di Di Francesco

Nel corso dell’ultimo calciomercato estivo Monchi ha lavorato per offrire a Di Francesco una rosa più ampia. La Roma vanta infatti una panchina più ricca, al fine di affrontare al meglio la serie A 2018-19 e la Champions League.

Nessun pretendente serio al ruolo da titolare di Olsen, mentre in difesa è facile prevedere una lotta tra Fazio e Juan Jesus, con il secondo individuato da Di Francesco come prima riserva. Il centrocampo rappresenta la zona cruciale del gioco di Di Francesco, che lo intende particolarmente affollato. In questo scenario N’Zonzi è visto come l’alternativa di De Rossi, per poi sostituirlo del tutto nella stagione che verrà, considerando il possibile addio del capitano.

In fase più offensiva invece Pellegrini verrà gestito dal tecnico come alternativa all’ex Psg Pastore. Sulle fasce invece i due titolari saranno El Shaarawy e Under, con Kluivert pronto a subentrare, soprattutto sulla fascia di competenza del turco.

In attacco invece difficilmente Di Francesco si priverà di Dzeko, considerando le difficoltà d’ambientazione di Schick, alle prese lo scorso anno con qualche guaio fisico. L’ex Sampdoria è però uno dei grandi investimenti della Roma ed è compito dell’allenatore recuperarlo al 100% e inserirlo nei propri schemi. È lui il solo vice Dzeko della rosa.

Roma, le coppie del fantacalcio

Acquistare calciatori in coppia è una strategia che molti fantallenatori adottano, al fine di evitare il rischio di ritrovarsi con un uomo in meno. Si tende dunque a optare per quei giocatori che solitamente si contendono un posto da titolare.

Nella Roma è il caso di Fazio e Juan Jesus, con uno dei due puntualmente in campo dal primo minuto. A centrocampo invece si potrebbe puntare su De Rossi e N’Zonzi, entrambi con fisicità importanti, per compiti d’interdizione. Sulla fascia potrebbe essere un rischio optare per Kluivert, considerando come il talento olandese sia alla sua prima stagione in serie A. Con i giallorossi che hanno solo 3 esterni potenzialmente titolari, meglio provare l’acquisto combinato di El Shaarawy e Under, uno dei quali necessariamente in campo anche in caso di turnover.

In attacco invece spazio a Dzeko e Schick, con il primo che giocherà di certo un numero notevolmente maggiore di gare. In caso di infortunio, squalifica o pausa per rifiatare, il talento ceco sarà la sua unica alternativa possibile. Non c’è modo di sbagliare.

TAG: