Inter, la formazione migliore che può schierare Spalletti

12 novembre 2018

L’Inter punta a un gran ritorno in Champions League e al ruolo di anti-Juventus in serie A. Ecco con quali uomini lotterà Spalletti

Dopo la qualificazione in Champions League ottenuta lo scorso anno, l’Inter è ora pronta a riprendersi un posto da protagonista in serie A e in Europa. Spalletti ha ottenuto alcuni rinforzi chiave come de Vrij e Nainggolan ed è pronto a sfidare la Juventus.

Un compito non facile, considerando come negli ultimi anni il ruolo di anti-Juve sia toccato puntualmente al Napoli, ora sotto la guida di Ancelotti. Tanti gli impegni per i nerazzurri, ritrovatisi in un girone molto delicato, insieme con Barcellona e Tottenham. L’approdo agli ottavi di Champions League non è dunque cosa così scontata, anzi.

Il tecnico toscano dovrà essere bravo nel caricare i suoi e nell’effettuare i giusti cambi, facendo riposare chi di dovere nei giusti match. La rosa è ampia e la panchina competitiva ma, al netto di squalifiche, infortuni o turnover, ecco la formazione titolare che Spalletti ha in mente, che sarà protagonista della maggior parte delle gare stagionali:

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Vrsaljko, Skriniar, de Vrij, Asamoah; Brozovic, Vecino; Politano, Perisic, Nainggolan; Icardi.

Inter, le riserve di Spalletti

L’ampia rosa a disposizione di Spalletti porta alla naturale individuazione di alcune riserve di ‘prima fascia’. Calciatori che il tecnico toscano considera prima di tutti per sostituire i titolari in campo.

Nessuno è realmente in grado di soffiare il posto ad Handanovic, non di certo in serie A o Champions League. Il principale sostituto della coppia Skriniar-de Vrij è invece Miranda. Titolare assoluto la scorsa stagione, si ritrova quest’anno a scaldare la panchina, arrendendosi allo strapotere fisico e alla velocità dei due compagni di squadra.

Per quanto riguarda i terzini, l’Inter ha effettuato degli acquisti mirati con Vrsaljko ed Asamoah. Alle loro spalle però ecco D’Ambrosio e Dalbert. Sul fronte centrocampo si procede precisamente in coppia, con Brozovic insediato da Gagliardini, Perisic da Keita e Politano da Candreva.

Inter, le coppie del fantacalcio

L’asta del fantacalcio è il momento cruciale del gioco. In molti trascorrono giorni a studiare le statistiche, affidandosi spesso all’acquisto di coppia. Si fa riferimento con quest’espressione a quei calciatori che sono naturali sostituti uno dell’altro.

Un allenatore difficilmente li schiererebbe insieme, se non costretto. Movimenti simili e dunque quasi impossibilità a giocare fianco a fianco, a meno che non ci sia tra i due una particolare sintonia. Come detto, nessuno può sostituire Handanovic in casa Inter. Non al momento comunque. Gli anni passano anche per lui ma il club ci penserà a tempo debito.

Anni che si fanno sentire per Miranda, surclassato nelle gerarchie da de Vrij. I due rappresentano un’ottima coppia, considerando come uno di loro debba sempre giocare, per necessità. Dalbert non garantisce una media voto particolarmente soddisfacente, di conseguenza per il ruolo di terzino si potrebbe puntare sul duo Vrsaljko-D’Ambrosio.

A centrocampo Nainggolan è inamovibile, a meno di infortuni, mentre Brozovic e Gagliardini potrebbero alternarsi. Con abbastanza crediti si potrebbe però azzardare l’acquisto di Perisic e Politano. Spalletti non rinuncerebbe mai ad entrambi nella stessa gara. Le loro alternative sono Keita e Candreva, entrambi manchevoli sul fronte continuità, dunque un rischio in fase d’asta.

Infine eccoci giunti al ruolo di prima punta. Nessuna coppia in questo caso. È stato acquistato Lautaro Martinez, che può giocare da seconda punta o vice Icardi ma la realtà è un’altra. Non esiste un vice dell’argentino. L’Inter non potrà mai fare a meno del suo capitano.

TAG: